ABITARE NEL CENTRO STORICO

30 Ottobre 2019 - Area fiera Gravina in Puglia (BA)

Locandina dell'evento Abitare nel centro storico

La Sezione Territoriale di Bari dell’Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti (AIDIA) ha organizzato un Convegno sul tema del recupero del centro storico nel corso della manifestazione fieristica “La mia Casa” che si terrà a Gravina in Puglia dal 30 Ottobre al 3 Novembre 2019.

da Team AIDIA

INCONTRO - 28 gennaio a Figline

da Team AIDIA

Forum Internazionale

ECOtechGREEN&Award 2019

da Team AIDIA

Evento didattico

Il digitale che aiuta ogni ragazzo ad imparare e tutti insieme a crescere

 

MILANO 17 Aprile 2019

da Team AIDIA

Itinerario nelle Evidenze

VIDEO

Costruire Camerino

da Team AIDIA

BAT

BAT

TRAME NEL.VENTO | 1 EDIZIONE
Un progetto di AIDIA TRIESTE e AIDIA BAT
La vela è da sempre una esperienza umana, di condivisione di idee e di innovazione, oltre ad essere di per sé un viaggio interiore dove la Natura diventa complice delle nostre emozioni e delle nostre scelte.
Dai Fenici a Omero alle grandi traversate oceaniche dei nostri tempi, nulla è cambiato se non lo scafo e la tecnologia con cui solchiamo i mari: l’umanità si confronta in egual modo con l’acqua e il cielo e gioisce nel vedere una riva che si avvicina.
La metafora del viaggio e della vita, trova nello sport della vela tutti quegli elementi su cui si fondano le relazioni umane: in poco spazio, si traducono concretamente i principi teorici di sopravvivenza e di rispetto delle regole, e il lavoro di un equipaggio è metafora tangibile di una Comunità dove ogni componente è capace di chiedere aiuto, affidare ruoli, suddividere competenze e responsabilità, comprendere, riconoscere e gestire quelle componenti emotive che poi accompagnano intensamente e nel quotidiano le vite di tutti noi.
Il Mare Adriatico con la sua intensa storia di relazioni tra i popoli da nord a sud e da est a ovest, ben si presta all’obiettivo di questo evento che vuole diventare un appuntamento con la storia, la cultura, la natura e motivo per una nuova socialità e consapevolezza del bene comune.
Questo è un progetto pilota, da cui si potranno sviluppare molte altre iniziative correlate che riguardano la tutela del benessere comune, per promuovere una maggiore sensibilità e coscienza dell’ambiente in cui viviamo, attraverso i principi del rispetto, della prevenzione e della cura.
Trieste e Trani comprendono, simbolicamente e geograficamente, un mare antico e ricco di bellezza, in cui si possono e devono ancora attivare sfide per la salvaguardia dell’intensa rete di saperi e bellezze non replicabili, espressi anche dal molteplice patrimonio architettonico che si profila lungo le sue rive, in un dialogo la cui origine si perde nella notte dei tempi ede lle leggende, che non si è mai interrotto e mai avrà fine.
Questa prima edizione si focalizza perciò sulla ri-generazione umana e sulle sue capacità di riprendere coscienza, insieme, del proprio patrimonio, materiale e immateriale, a tutti i livelli.
Gli ingegneri e architetti donne si mettono in gioco, attraverso uno sport nobile ed evocativo, per riflettere e riportare l’attenzione su questioni urgenti come la cura del mondo e quella degli umani, azioni che hanno dirette conseguenze sul benessere e sul mantenimento di un alto livello di qualità di vita, che possa durare nel tempo.
Per questo AIDIA, sezione di Trieste e sezione BAT (Barletta Andria Trani), ha deciso di partecipare, con la prima edizione, a due regate veliche in modo fortemente simbolico con l'obiettivo di sensibilizzare in modo sinergico le popolazioni che si affacciano sul Mare Adriatico, quale luogo deputato da sempre alla costruzione della rete della conoscenza e della cultura: “Trani-Dubrovnik” che partirà il 4 luglio 2019 e la 51 “Barcolana” di Trieste che si svolgerà il 13 ottobre 2019.
Per la prima volta, nella loro rispettiva prestigiosa tradizione, le regate vedranno perciò la partecipazione di un equipaggio composto esclusivamente da socie AIDIA, ambasciatrici nel voler attivare, in partenariato con la LILT (Associazione Nazionale Lega Italiana Lotta contro i Tumori), buone pratiche di vita nei territori nelle città e nel quotidiano di tutti affinché la prevenzione possa diventare una prassi, una normalità che
parte da una nuova cultura del benessere, affinché anche gli obiettivi dell'AGENDA 2030 possano venir raggiunti il prima possibile. Il cambiamento parte da noi tutti.
Questo progetto, che vuole anche attivare una vera rete di ricerca e di sperimentazione di una reale sostenibilità transfrontaliera e transacquatica, verrà veicolato e perseguito con un nuovo impegno tra i popoli del Mare Adriatico, con il coraggio delle donne e degli uomini di qualunque età, nella convinzione che dobbiamo tornare a pensare al più presto al bene della nostra comune Madre Terra, quale garanzia della nostra stessa vita. (Lucia Krasovec-Lucas, AIDIA TRIESTE)